Il sito web di Cristina Sartori - L’arte e il sacro. La scommessa di Verona
Il sito web di Cristina Sartori
Home arrow Articoli Pubblicati arrow L’arte e il sacro. La scommessa di Verona
Menu principale
Home
Articoli Pubblicati
Altri Scritti
Ultime Notizie
Dicono di me
Mappa del sito
Cerca nel sito
Contatti
Articoli Pubblicati
Padre Placido Cortese, la sua vita dono del silenzio.

CORCOS. I SOGNI DELLA BELLE ÉPOQUE

L’OSSESSIONE NORDICA. BÖCKLIN, KLIMT, MUNCH E LA PITTURA ITALIANA

LA BELLA DI TIZIANO

DONNE EBREE, PROTAGONISTE DELL'ARTE ITALIANA

UGO VALERI. VOLTO RIBELLE DELLA BELLE ÉPOQUE

GRAZIELLA VIGO. VERDI IN SCENA

MANET. RITORNO A VENEZIA

GOUPIL e GLI ITALIANI DI PARIGI. Mostra a Palazzo Roverella

GIUSEPPE DE NITTIS

ARCHITETTURA Gruppo giardino storico. Il paesaggio tra natura e storia

IL MERCATO DEL TESSUTO. Storia di un negozio e di una famiglia

PADOVA 1310. PERCORSI NEI CANTIERI ARCHITETTONICI E PITTORICI DELLA BASILICA DEL SANTO.

L'ARTE SCOPRE LA DONNA DI FATICA

Il Gattamelata vuole tornare a risplendere

OSPITI AL MUSEO, La mostra ai Civici Musei di Padova

SOROLLA. I colori e il sole d’Andalusia

IL DIVISIONISMO A PALAZZO ROVERELLA A ROVIGO

QUANDO L’ARTE DIVENTA PREGHIERA: L’ARPA DI LETIZIA PIVA

QUELLA DEL VAJONT, la vita di Tina Merlin

Erano prigionieri a Padova gli jugoslavi deportati dal fascismo

La Luna di Miele! Un sogno lungo un viaggio

MATRIMONIO IN TEMPO DI SOBRIETA'

VENERANDA ARCA DEL SANTO 2012 - Proseguono i restauri

VENERANDA ARCA DEL SANTO 2012 - Proseguono i restauri

IL CELESTE IMPERO: la dinastia Manciù a Treviso

REMBRANDT a PADOVA e altre mostre a NordEst

RESTAURATE LE SALE SAVOIA a VILLA PISANI di STRA

LA ZONA INDUSTRIALE NORD DI PADOVA

Ill nuovo Orto Botanico di Padova

BIENNALE DI ARCHITETTURA “BARBARA CAPPOCHIN” – V^ edizione 2011

ESPRESSIONISMO E SIMBOLISMO in mostra

ARTE IN MOSTRA - VENEZIA E L'EGITTO

LIDIA MARTINI

UN RICORDO DI LIDIA MARTINI

MOSTRE DI FINE ESTATE

PADOVA NEL RISORGIMENTO

RISORGIMENTO E CHIESA

LE GRANDI MOSTRE. Dall’evento alla normalità

CHARDIN COPIA CHARDIN

MOSTRE A NORDEST

MUNCH E LO SPIRITO DEL NORD. Scandinavia nel secondo Ottocento

DA CANOVA A MODIGLIANI. IL VOLTO DELL’OTTOCENTO

GIACOMO FAVRETTO Riscoperta d’un maestro dell’Ottocento veneto e di un’arte fatta di particolari

FIORI E MOSTRE FLOREALI

STORIE DI UOMINI E DI CANI

LUCIO DALLA SULLE ORME DEI FRANCESCANI

GIORGIONE, In una mostra il suo mistero

BOLDINI E SIGNORINI, Italiani d'Europa, stregati da Parigi

Restauro per Villa Contarini Ghirardi

Padovano dal respiro magiaro - Matteo Massagrande a Villa Manin

L'ATELIER DELLA DECIMA MUSA

PINACOTECA DI BRERA. DUECENTO ANNI DI STORIA

In restauro il colonnato del Bernini

ANDAR PER MOSTRE A NORD EST

RITRATTI ILLUSTRI: I Giganti Padovani

Puccini, genio e sregolatezza

Sant'Antonio approda in Russia

Il Santo cambia casa

Adelina, mai più sulla strada

LA PADOVA POSSIBILE DI GIUSEPPE JAPPELLI

Mario Rigoni Stern. Il ricordo di Gian Antonio Stella

LA DONNA NELLA BELLE ÉPOQUE ITALIANA

I Giganti del Liviano, maestri di virtù

50 Giganti vestiti di nuovo

Testimoni a rischio della vita

Jappelli in punta di lapis

Neri Marcorè: un vero camaleonte dello schermo

Ottavia Piccolo attrice per caso

Veronica Pivetti, tanta voglia di ridere

Buon compleanno Cinecittà

CINEMA. INTERVISTA A GIULIO BASE, REGISTA DEL FILM "L’INCHIESTA"

Tiziana Rocca. Comunicazione e personalità

A Rovigo la prima antologica su Mario Cavaglieri

Serre e Giardini d'Inverno: da semplici cedrare a spazi conviviali

Grande sporca guerra nel libro "La guerra di Giovanni" di Edoardo Pittalis

Numeri e curiosità di una grande rivista

Lorella Cuccarini, la più amata dagli italiani

Lorella Cuccarini in Congo e Sri Lanka per Trenta Ore per la Vita

Padre Placido Cortese: il coraggio del silenzio

Tina Lepri e Diana de Feo su MADRE

Turner e gli Impressionisti a Brescia

A Padova, riapre la Scoletta del Santo

L’arte e il sacro. La scommessa di Verona

Andar per Ville.. tra fasti e segreti

Luisa Corna. Una vita per cantare

Padre Peter Zago tra i bambini del Pakistan

Andrea Mantegna: 1506-2006. Catturò i primi segni del Rinascimento

Un nuovo volo per Francesco Baracca

Andrea Mantegna, l'inventore del Rinascimento

Quinta Edizione del "Premio Internazionale Sant'Antonio"

Torna visibile la Sala dell'Iscrizione del Castello della Specola

La rosa persa e ritrovata

Le Stanze del Principe. I Camerini del duca Alfonso I d'Este

Emozioni cromatiche. 35 anni di pittura di Ferruccio Gard

Filippo De Pisis a Palazzo dei Diamanti

Ville Venete - un portale per il Terzo Millennio

Marilena Rubaltelli. Lacci, barriere e tanta voglia di vivere

A Maggio si rivedrà la "Rosa di sant'Antonio"

EUROPA: è italiano un fiore su quattro

A La Spezia in mostra la Collezione Lia

Santa Giustina - Un cantiere aperto da oltre 400 anni

Ville Venete: il prossimo passo la tutela del paesaggio

A Gardone Riviera il Museo del Divino Infante - I Bambini di Hiky Mair

Sono tornate le “ruote“: ora sono “le culle per la vita“.

Le mostre evento del 2006

L'emozione e la storia sciolti nel paesaggio



Joshua Reynolds e l'invenzione della celebrità

Esperienze Professionali
Ufficio Stampa
Giornali
Pubblicazioni
Radio
Televisione
Formazione
L’arte e il sacro. La scommessa di Verona Stampa E-mail
mercoledì 18 ottobre 2006

Quattro mostre, allestite a Verona in occasione del Convegno Ecclesiale, esplorano il delicato mondo dell’arte sacra.

 
 
Da sempre l’arte si misura con il sacro. Negli artisti di ogni tempo c’è sempre stato il desiderio di dare un volto a Dio. Chiesa e arte da secoli sono unite in un binomio inscindibile e tornano a misurarsi anche nell’ambito del prossimo IV Convegno Ecclesiale Nazionale, in programma a Verona dal 16 al 20 ottobre 2006, un importantissimo momento che, undici anni dopo il precedente appuntamento di Palermo, chiama i cattolici italiani - clero e laici – a riflettere sul tema «Testimoni di Gesù risorto, speranza del mondo».

 

 

 di Cristina Sartori, pubblicato sul mensile MADRE, numero di ottobre 2006

Numerose le iniziative culturali correlate al Convegno, tra le quali due mostre, - una dedicata all’arte classica e una all’arte contemporanea -, e un laboratorio di istallazioni d’arte contemporanea.

Dedicata all’arte classica, la rassegna «Splendori del Risorto. Arte e fede nella chiesa del Triveneto» allestita al museo Miniscalchi Erizzo di Verona, dal 13 ottobre 2006 al 7 gennaio 2007, propone un centinaio di opere sacre, provenienti da Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige, tra dipinti, miniature, sculture lignee e di marmo, calici, ostensori e oggetti di oreficeria, selezionate sul tema della Risurrezione attraverso un percorso espositivo che si sviluppa in cinque aree tematiche: la Risurrezione, le Apparizioni, il Risorto e l’Eucaristia, le Radici cristiane, il Risorto e la Liturgia. Dal «Cristo risorto» di Alvise Vivarini, alle interpretazioni cinquecentesche della Risurrezione con opere del Tintoretto, del Pordenone, di Paris Bordon, fino alla magistrale interpretazione della luce nei dipinti, del maturo Settecento, di Giambattista e Giandomenico Tiepolo.

Contemporanea la seconda rassegna, dal titolo «L’Arte e Dio. La scommessa di Carlo Cattelani», allestita a Palazzo Forti dal 13 ottobre 2006 al 7 gennaio 2007, che propone, in circa un centinaio di opere, la riscoperta del Sacro nelle principali correnti artistiche degli anni Settanta e Ottanta del Novecento, attraverso la concezione artistica di un grande collezionista e committente di arte sacra da poco scomparso, Carlo Cattelani. Egli, uomo modesto e grande appassionato d’arte, critico erudito, fine collezionista e preparato committente, seguendo l’idea dell’arte come «Itinerario della mente di Dio», iniziò, negli anni Sessanta, un cammino di fede attraverso la sperimentazione artistica che lo portò in America all’indomani della morte di Kennedy, dove entrò in contatto con le nuove Avanguardie nelle quali ricercò, e trovò, afflati di intensa spiritualità. In un fecondo dialogo di fede con i maggiori esponenti della nuova arte d’oltreoceano, Cattelani, pezzo dopo pezzo, raccolse una collezione di opere di Mark Rothko (che fece conoscere in Italia), di Soll Lewitt, di Josef Albers, di Christo, sino alle produzioni del principe della Pop art, Andy Warhol. A queste aggiunse opere degli italiani Burri, Lucio Fontana e Gapogrossi.




GLI ARTISTI IN CAMMINO NELLA LUCE

Di intensità espressiva e di forte concettualità religiosa un’altra iniziativa culturale organizzata nell’ambito del IV Convegno Ecclesiale Nazionale di Verona. «Via Lucis» è il titolo del Laboratorio di istallazioni proposto dagli artisti dell’Unione Cattolica Artisti Italiani (associazione laica nata nel 1945 e aderente alla CEI) nella Chiesa di San Tomaso Cantuariense a Verona, sempre dal 13 ottobre 2006 al 7 gennaio 2007.

Quattordici stazioni, realizzate da altrettanti artisti, (in sequenza: Alessandro Verdi, Giulio Rossetti, Massimiliano Battilo, Eva Maria Friese, Carla Caldonazzi, Marco Arman, Maria Rosanna Caffolla, Alberto Bolzonella, Luigi Caflisch, Carlo Adolfo Fia, Maurizio Frisinghelli, Maria Adele Potente, Romano Perugini, Silvana Piergallini Recchioni) conducono il visitatore in una riflessione sul tema del Convegno Ecclesiale Nazionale, «Testimoni di Gesù risorto, speranza del mondo», in duplice dialogo con gli arredi preesistenti della Chiesa, e con la dinamica liturgica.


I colori del sacro. L’acqua degli illustratori

Dopo il successo della tappa padovana conclusa nello scorso aprile, la rassegna di illustrazione per l’infanzia «I colori del Sacro. Acqua», organizzata dal «Messaggero di sant’Antonio» e dal Museo Diocesano di Padova, si sposta a Verona proprio in occasione del IV Convegno Ecclesiale Nazionale. Dal 23 settembre al 29 ottobre 2006, nel Museo Canonicale di Verona, (entrata dal Chiostro della Cattedrale), viene presentata la sezione dedicata all’Acqua. Nelle splendide tavole giunte da tutto il mondo, si racconta il mito dell’acqua nelle varie religioni: dall’acqua terrificante del Diluvio Universale, all’acqua purificatrice del Battesimo cristiano e delle acque del Gange per gli induisti, alle abluzioni prima della preghiera per ebrei e musulmani.

 
< Prec.   Pros. >